Al convegno “La comunicazione scientifica. Saper leggere e scrivere un articolo” (Verona, 18.5.2018) Dott. Vincenzo Lolli (Direttore Servizio Farmaceutico aziendale Ospedale di Adria ULSS5 Polesana, Referente SIFO – Reg Veneto) risponde sulla domanda:

Q. Che importanza riveste, per il Farmacista del Ssn, saper leggere e scrivere un articolo scientifico?

A. L’intuizione mi è venuta, in qualità di segretario regionale Sifo, da un convegno organizzato dalla segreteria nazionale in risposta a una precisa necessità: migliorare la qualità dei contenuti che vengono presentati dai relatori ai Congressi annuali. Il Direttivo ha deciso così di concentrarsi su un tema: come scrivere, leggere e interpretare un articolo scientifico. Si tratta dell’opportunità, per ciascun Farmacista del Ssn, ospedaliero o territoriale che sia, di imparare a selezionare in maniera analitica la letteratura che gli viene proposta, ma anche di strutturare la propria attività a partire da dati amministrativi che aiutino il confronto critico e costruttivo all’interno del percorso professionale. La comunicazione in sanità abbraccia un ampio ventaglio di approcci: dai bollettini Sifo, ai poster per i Congressi; dalle relazioni tecnico-scientifiche da sottoporre alle Commissioni terapeutiche ospedaliere per le valutazioni dei farmaci, ai documenti da fornire ai comitati etici per la validazione degli studi clinici. Ciascun tipo di pubblicazione ha regole proprie da adattare ai contenuti e all’interlocutore. Il farmacista è chiamato così a orientarsi tra i diversi registri e obiettivi di comunicazione in virtù dell’eterogeneità dei contesti che chiamano in causa le sue competenze.

Write A Comment