Le malattie croniche rappresentano, per ogni sistema e struttura sanitaria, una sfida clinica e assistenziale di portata epocale e tra queste è forse il diabete che, con la sua incidenza e prevalenza nella popolazione italiana e mondiale, può a buon diritto qualificarsi come paradigma della cronicità: per complessità, comorbidità e impatti sulla sfera sanitaria, sociale ed economica. La capacità di comprendere la complessità gestionale legata alla cura delle cronicità rappresenta una via, forse l’unica, imprescindibile per sostanziare percorsi di cura efficaci ed efficienti. Questa capacità passa attraverso competenze cliniche, organizzative e assistenziali integrate in percorsi di presa in carico “multidimensionale” delle persone con malattia cronica. Questi percorsi, anche quando ben definiti, non possono essere considerati “immutabili” quanto piuttosto processi vivi e costantemente sollecitati dalle evoluzioni della diagnostica e delle cure e come tali richiedono una dimensione di rielaborazione multidisciplinare agile e dinamica, in una logica di team, con una capacità…

Il presente documento è il frutto del lavoro di sei diabetologi territoriali della Campania, riunitisi allo scopo di discutere modalità…

Read More